Come fare un backup delle mail in un account Gmail

Backup early, backup often. È la frase che si dice, si ripete (e si straripete) ogni volta che si parla di informazioni quali dati su disco fisso ed email per evitare che, in caso di malfunzionamenti, si perdano tutti i dati. In particolare, per quanto riguarda il backup di Gmail (ovvero il salvataggio spedite e ricevute tramite il popolare servizio di Google) esistono diverse soluzioni, tra le quali:

  • Scaricare tutte le email via POP/IMAP con un client qualsiasi (Thunderbird, Outlook)
  • Scaricare tutte le email via POP/IMAP tramite script configurato (fetchmail) – questa soluzione ha il grande vantaggio di poter essere pianificata (ad esempio via crontab)
  • Utilizzare un software di terze partiimage

Tralasciando le prime due soluzioni (per le quali potete trovare ampia documentazione in giro per la rete), oggi voglio parlarvi di Gmail Backup. La soluzione è veramente semplice e veloce: basta scaricare il programma, indicare username e password (si, è necessario indicare la password per permettere al programma di accedere alla vostra casella di posta) ed il gioco è fatto.

Il programma inizierà a scaricare le email presenti sul vostro account e le salverà nella directory che avete specificato (in formato EML). Il programma, partendo da un backup precedentemente effettuato, permette anche di fare l’operazione duale del backup, ovvero il restore delle vostre email su un account Gmail (eventualmente diverso da quello da cui avete scaricato le email).

Infine, il software è anche in grado, partendo da un backup precedentemente salvato, di scaricare solo le email nuove rispetto al backup precedente.

Tra le utility di backup che ho testato per effettuare il backup di Gmail, Gmail Backup è sicuramente la più semplice, veloce e funzionale.

Python: come mandare un e-mail con GMail TLS/SSL

Mi è capitato di dover mandare un e-mail da uno script Python: quale provider utilizzare? Ovviamente GMail!

Per questioni di spam, alcuni server SMTP non permettono di inviare e-mail senza essersi prima autenticati; nel caso di GMail, il protocollo per l’invio di mail non è il semplice SMTP in chiaro, bensì SMTP con autenticazione via TLS/SSL.

Ecco lo script Python che vi permetterà di mandare un’e-mail con GMail tramite il vostro account GMail:

#!/usr/bin/python

import smtplib
import time
import datetime
from email.MIMEMultipart import MIMEMultipart
from email.MIMEBase import MIMEBase
from email.MIMEText import MIMEText
from email import Encoders
import os

gmail_user = "username@gmail.com"
gmail_pwd = "password"

def mail(to, subject, text):
msg = MIMEMultipart()

msg['From'] = gmail_user
msg['To'] = to
msg['Subject'] = subject

msg.attach(MIMEText(text))

mailServer = smtplib.SMTP("smtp.gmail.com", 587)
mailServer.ehlo()
mailServer.starttls()
mailServer.ehlo()
mailServer.login(gmail_user, gmail_pwd)
mailServer.sendmail(gmail_user, to, msg.as_string())
mailServer.close()

file = open('body.txt','r')
document = file.read()
mail("dst_addr@gmail.com",
"Subject",
document,
)

Safari e il blocco popup senza eccezioni: usabilità e flessibilità?

Lo riconosco: grazie all’uso di WebKit per il rendering delle pagine, Safari (il browser Apple disponibile per OSX e per Windows) renderizza le pagine molto velocemente e con un’ottima aderenza agli standard.

Peccato che manchi di una funzionalità che hanno tutti i browser (compreso il tanto criticato Internet Explorer di Microsoft): il supporto alle eccezioni per il blocco popup. Si, esistono (e io utilizzo) alcuni siti che caricano il contenuto del sito in un’altra finestra.

Qualcuno potrebbe obiettare che i popup che bloccati sono frutto di un’errata progettazione web e/o non legittimi…

… peccato che i popup siano legittimi, e che provengano da Google, in particolare GMail!

Si, perché se voglio aprire una “conversation” (come le chiama GMail) in un’altra finestra del browser (io ad esempio lo faccio spesso quando riordino la casella), con Safari posso farlo solo se disabilito globalmente il blocco popup.

Come possono risolvere gli utenti Apple? Installando PithHelmet, un plugin (shareware) che permette di gestire delle eccezioni sul browser Safari.