PHP5 e MySQL, la guida: la mia recensione

php_mysql_guida

Per ripassare le mie nozioni di PHP5, ho deciso di leggere il libro di McGraw-Hill, “PHP5 e MySQL, la guida“, composto da circa 1100 (!) pagine. Perché proprio PHP? Peché, PHP è un linguaggio di successo, sebbene non venga presentato nei migliori dei modi (“è un linguaggio per principianti”). Ecco almeno 4 ragioni per cui conoscere PHP è un plus:

  1. è attualmente il quarto linguaggio più diffuso in termini di codebase OSS;
  2. il più utilizzato e diffuso social network lo utilizza (anzi, lo migliora!);
  3. i CMS più famosi (WordPress e Drupal) sono sviluppati in PHP;
  4. sapevate che anche Wikipedia lo utilizza?
Passiamo al libro: la lettura non è molto agevole (ci sono errori di battitura, traduzioni forzate dall’inglese, snippet di codice senza alcun syntax highlighting [non parlo del colore, ma almeno del bold!]) ma tutto sommato riesce a spiegare esaurientemente bene tutte le peculiarità di un linguaggio di successo quale PHP.
Il libro passa in rassegna ogni aspetto del linguaggio, quali:
  • le basi del linguaggio
  • i tipi e la OOP con PHP5
  • la connessione ai database MySQL/PostgreSQL/Oracle
  • il package manager PEAR
  • l’utilizzo di sessioni e cookie
  • l’implementazione di servizi REST e SOAP

Il libro termina con una serie di esempi svolti e analizzati. In definitiva il libro è un ottimo manuale per imparare (da zero) il PHP. In alcuni punti è spesso prolisso e ripetitivo; rappresenta tuttavia una buona miniera di informazioni e di reference per quando si deve sviluppare in PHP. La parte relativa all’approfondimento relativo all’integrazione con i database è lasciata a 3 capitoli (sebbene molti esempi siano presenti in tutto il libro); soluzione che ritengo comprensibile, visto il proliferare di ORM (come Doctrine) che “nascondono” i tweaking un tempo necessari per la connessione al db).

In definitiva, un libro buono, ma non indispensabile: esistono libri più economici (e soprattutto più compatti!) che permettono di ottenere la stessa infarinatura di PHP.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *