Google Desktop vs. Windows Desktop Search

Ho sempre voluto avere un tool per cercare all’interno di tutti i file del mio computer. Infatti, sempre più frequente non ricordo dove ho messo quel documento o quel file…

Decido quindi di provare i famigerati desktop search. Tra le varie scelte, prendo in considerazione:

La scelta ricade inizialmente sul primo per via della deskbar laterale (simile a quella di Windows Vista): meteo, e-mail, RSS… e in più ricerca e indicizzazione di tutti i file. Non ho mai capito il software voglia indicizzare TUTTI i file: che senso ha indicizzare C:\Windows ? Cercherò mai una .dll? Cerco di sopportare questa funzionalità e inizio ad usare Google Desktop: veramente molto semplice e funzionale. D’altronde, Google è il miglior motore di ricerca esistente, e quindi un tool per le ricerche è sicuramente la loro specialità. Ma, tutto d’un tratto, rallentamenti e CPU al 100%: ecco che, dopo un’occhiata con il Task Manager, mi accorgo che il servizio di indicizzazione dei file di Google Desktop sta occupando il 100% di CPU.

Cerco su Google e approdo a questa pagina; il problema è conosciuto, e si consiglia di reinstallare il prodotto dal sito ufficiale (io l’avevo installato con Google Pack). Detto, fatto. Il problema si ripresenta: Google Desktop sarebbe davvero un ottimo prodotto se non avesse questo problema di esaurimento CPU.

Decido quindi di passare a Windows Desktop Search. Quest’ultimo non integra una deskbar, ma si interfaccia benissimo a tutti i prodotti Microsoft (vedi Outlook: posso cercare i contatti, mail, eventi del calendario etc.).

Inoltre, permette di specificare le directory di cui costruire un indice: finalmente decido io in quali directory cercare!

La ricerca è molto veloce e la creazione dell’indice dei file è rapida; inoltre, le prestazioni di sistema non risentono del desktop search.

I risultati sono attendibili ed esistono due modalità di ricerca: una ricerca “veloce” attraverso la taskbar (come vedete sopra) e una ricerca più dettagliata con anteprima (come vedete sotto):

4 thoughts on “Google Desktop vs. Windows Desktop Search”

  1. Quello stupido di Windows search desktop da solo ha cancellato senza motivo l’indicizzazione adesso devo spendere 2 ore per rifarla!!!!!!!!!!!!!!!!! maledetti programmi del cavolo

  2. non sono un’esperta, quindi ti prego di perdonarmi.
    mi hanno consigliato copernic e mi trovo benissimo. in più puoi salvare i risultati delle tue ricerche.
    e, cosa più importante per gli imbranati del pc, semplicissimo da usare.
    bello il TUOblog..
    ciao
    mimma

  3. anche io li ho provati entrambi ma nessuno dei due mi lascia tanto soddisfatto. windows seach a volte non trova i file che non che hanno titoli uniti (ad es. se cerco documento1 il search non include un documento che ha per titolo ilmiodocumento1) e poi anche ws parte e rallenta parzialmente il pc.
    Una volta è partito quando stavo masterizzando è mi ha fatto bruciare un dvd.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *