Addio TIM: il mio passaggio a Wind (number portability)

Sono stato cliente TIM fin dal mio primo cellulare; tra le varie tariffe proposte, avevo scelto la tariffa Autoricarica, che permetteva di ottenere una ricarica proporzionale ai minuti di chiamata che si ricevevano. Soddisfatto della tariffa, sono rimasto cliente TIM per diverso tempo.

Nel corso degli anni, tuttavia, la tariffa è stata rimodulata unilateralmente da TIM. Vado a memoria: la tariffa non è stata più selezionabile dai nuovi utenti, poi il bonus accumulato doveva essere speso entro un certo periodo, poi le chiamate ricevute contribuivano alla ricarica solo se ricevute da altri operatori. Infine, pochi mesi fa, la tariffa ha perso la sua caratteristica di autoricarica e tutti i clienti sono stati migrati forzatamente alla piano tariffario Unica.

A quel punto non avevo più ragione di rimanere cliente TIM: ho deciso di fare una ricerca di mercato. Obiettivo: trovare un operatore che mi garantisse del traffico dati al prezzo più conveniente (max 10€/mese). Ovviamente se nel pacchetto fossero compresi chiamate e SMS non avrebbe guastato, ma sarebbe stato sicuramente un plus.

I contendenti erano Wind All Inclusive (7€/mese per 1GB di traffico/mese) e 3 (4€/mese per 1GB di traffico/mese). A parita’ di prezzo, TIM e Vodafone non garantivano la stessa offerta (in termini di chiamate/sms/traffico dati).

Sulla base di un passaparola tra amici e conoscenti, ho scartato l’operatore 3 in quanto non offriva un’adeguata copertura nella mia zona (Bergamo) e per una scadente qualità del traffico dati. Quindi, sono passato a Wind.
Il processo di number portability è durato 3 giorni ed è stato indolore. A titolo di cronaca: lunedì sera ho firmato il passaggio e il successivo giovedì mattina la SIM Wind era già attiva e funzionante sul mio ex-numero TIM. Durante la transizione ho continuato ad usare la mia vecchia SIM senza problemi. Il credito che avevo sulla vecchia SIM mi è stato accreditato sulla nuova SIM, a meno di 2 euro.

Come mi trovo con il carrier Wind?
Fino ad ora molto bene. La copertura è ottima e anche la disponibilità della rete 3G è capillare. Il prezzo è tutto sommato accettabile; tuttavia, a partire dall’8 ottobre il prezzo è stato ritoccato a 9€/mese (solo per i nuovi clienti). Si dice che l’appetito vien mangiando, ed infatti 1GB di traffico comincia a starmi stretto: potrei valutare di voler cambiare tariffa/operatore, in futuro, se il traffico venisse raddoppiato a parità di prezzo.

6 thoughts on “Addio TIM: il mio passaggio a Wind (number portability)”

  1. Io ho da un mese Vodafone speciale (venivo da Tim): 400 minuti verso tutti, 100 SMS, 2gb internet. Ieri ho attivato Vodafone unlimitef, gratis fino a fine mese per sempre, che mi ha aggiunto SMS illitati e 1 GB in più.

Leave a Reply to diego Cancel reply